Da concessionari auto ad agenzie: il cambiamento del secolo

Data
02 dicembre 2022
Categoria

Preferiti

Il mondo dell’ automotive sta cambiando e con esso cambia anche il modo di vendere le vetture.
Ecco lo scenario al quale siamo di fronte: le grandi case automobilistiche si trovano nel mezzo di un passaggio epocale legato all’elettrificazione delle auto.
Il processo di elettrificazione delle automobili, porta con se molti cambiamenti legati sia all’evoluzione tecnologica della meccanica delle vetture che ad un modo diverso di venderle poi all’utente finale.

L’azienda pioniera di questa trasformazione, è la rinomatissima Tesla:
Elon Musk è stato il primo nel business dell’auto ad adattarsi a questa radicale transizione,
improntando così le vendite delle vetture del marchio californiano tramite agenzie di vendita e non più grandi concessionari.
Tesla è stata sicuramente agevolata dal fatto che avesse una gamma con due soli modelli ed anche per questo il format agenzia, per il reparto vendite, è stato da subito individuato come il modello corretto da applicare; inoltre, è tra le pochissime aziende che si è sempre occupata direttamente della vendita dei propri veicoli. La strategia adottata, ha portato ad un maggior controllo dei prezzi e di poter avere un rapporto diretto con il cliente.

Tesla è l’esempio primario di come la rete commerciale cambierà nei prossimi anni, anche se altre grandi aziende hanno già applicato il modello d’agenzia: Cupra, divenuta brand indipendente da Seat dal 2018, utilizza per la vendita dei proprio veicoli il format Agenzia/Consulente.
Anche Audi e Mercedes hanno iniziato il processo, gestendo la vendita dei modelli elettrici proprio così.
Quali sono i vantaggi principali del modello Agenzia?
In primis, una sensibile riduzione del rischio d’impresa, visto che gli investimenti sarebbero nettamente inferiori a dispetto che l’apertura/gestione di una tipica concessionaria;
in secondo, attraverso una gestione diretta delle vendite, cioè tramite agenzia, i brand potrebbero aumentare così i margini operativi , portando così la marginalità in aumento del 20/25%.

Le concessionarie del futuro, saranno un luogo d’incontro non solo per il mero acquisto dell’auto, ma per capirla ed accedere ai servizi complementari.
Il venditore d’auto, diverrà così un consulente, in grado di accompagnare il cliente nella scelta migliore di ciò che è in linea con le sue esigenze.

                   

Contattaci
I campi con * sono obbligatori.




Sito in versione dimostrativa